Cognome e Nome

Pretelli Marco

Data di Nascita 17 marzo 1963
Qualifica professore di I fascia. Fascia degli Ordinari
Università Università di Bologna Alma Mater Studiorum
Dipartimento Dipartimento di Architettura (DA)
Indirizzo Via Cavalcavia, 61 – Cesena; viale Risorgimento, 2 - Bologna
Telefono 0547.338350
Email marco.pretelli@unibo.it
Web http://www.unibo.it/SitoWebDocente/default.aspx?mat=042163
Ambito di Ricerca Storia della disciplina, Microclima, Impiantistica, Architettura razionalista, Historic Indoor Microclimate, Legislazione
Attività Didattica https://cas.unibo.it/cas/login?service=https%3A%2F%2Fguide.un...
Attività Didattica Opzionale https://guide.unibo.it/guideweb/insegnamento.htm?tab=generale&idcopertura=333203
Curriculum e Pubblicazioni Curriculum vitae: Marco Pretelli è professore ordinario in restauro architettonico presso il Dipartimento di Architettura dell’Alma Mater Studiorum – Università degli Studi di Bologna, dove è titolare del Laboratorio di Restauro, Corso A, presso il Corso di Laurea Magistrale in Architettura. Dall’anno accademico 2014-2015 è impegnato presso il Corso di Laurea Magistrale in Management of Heritage Building dove è titolare del Corso Conservation Theory of Historic Buildings and Heritage Conseration. L’attività di ricerca si concentra su vari aspetti: -indagine sui fondamenti della disciplina e su alcuni periodi e personaggi della tutela; -indagini sul rapporto tra gli edifici e i loro microclimi caratteristici, con particolare riferimento agli effetti che, nel corso dei secoli, la loro modifica ha comportato sugli edifici (Historic Indoor Microclimate); -indagini sull’impiantistica storica; -rapporto tra restauro delle architetture e tutela dell’ambiente storico, sotto varie angolazioni. Dopo la laurea in architettura (IUAV Venezia, 1991) e il PhD in Conservazione dei Beni Architettonici presso l’Università “Federico II” di Napoli, ha ricoperto il ruolo di Funzionario Architetto presso la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Artistici di Arezzo (fino al settembre 2000) e poi presso la Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio di Venezia e Laguna (fino a settembre 2005). In tale ruolo, ha vuto la responsabilità del restauro di alcuni importanti edifici veneziani (tra gli altri, il Palazzo delle Prigioni Nuove; San Geremia; San Francesco del Deserto); successivamente alla idoneità nel ruolo di Professore Associato, ha preso servizio tra il 2005 e il 2009 presso l’Università degli Studi del Molise; dal dicembre 2009 è docente presso l’Alma Mater Studiorum. Nell’ultimo periodo ha concentrato i suoi interessi sull’indagine sui microclimi storici dell’architettura e sul valore testimoniale degli impianti tecnici realizzati nel corso degli ultimi decenni. Ha partecipato a numerosi progetti di ricerca. E’ responsabile di convenzioni di ricerca tra il Dipartimento di Architettura dell’Alma Mater Studiorum e varie amministrazioni e fondazioni nell’ambito della conservazione e gestione di edifici storici E’ autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Dal gennaio del 2017 fa parte del consiglio direttivo della SIRA. Dal settembre 2017 siede nel Consiglio direttivo dell'AISU.   Pubblicazioni: 
  1. “Istruzioni” per il restauro, in AA. VV., Revitalisation of the Castle of Stanjel, Komen (SLO), 2002
  2. Villa Barbaro. Il rinnovo dell’impiantistica elettrica in un edificio palladiano, in Recupero e Conservazione n. 49, Marzo-Aprile 2003
  3. Il consolidamento della facciata della Chiesa di S. Geremia a Venezia, in A. Aveta, S. Casiello, F. la Regina, R. Picone (a cura di) Restauro e Consolidamento, Atti del Convegno Restauro e consolidamento dei beni architettonici e ambientali. Problematiche attuali, Mancosu, Napoli, 2005.
  4. (con altri). La facciata lapidea della Chiesa di San Geremia a Venezia: tecniche di consolidamento dell’apparato architettonico decorativo danneggiato dal fuoco. In: IL CONSOLIDAMENTO DEGLI APPARATI ARCHITETTONICI E DECORATIVI Conoscenze, Orientamenti, Esperienze. IL CONSOLIDAMENTO DEGLI APPARATI ARCHITETTONICI E DECORATIVI. Bressanone. 10- 13 luglio 2007
  5. (con Daga Isabella, Matteini Alice), La pietra artificiale. Un patrimonio da salvare. In: IENTILE R. Architetture in cemento armato. Orientamenti per la conservazione. Franco Angeli, 2008
  6. Pretelli, Cavallino-Treporti. Genesi e scomparsa di una “città militare”, in Città e Storia, n. 2, 2009
  7. Ruskin, St Mark’s Rest – Il Riposo di San Marco, traduzione e nota introduttiva e di commento a cura di Marco Pretelli, Maggioli, 2010
  8. Dopo le Stones. John Ruskin e Venezia in M. Perkkio, H. Hirviniemi, R. Ahonen, K. Tolonen, A. Vaarapao, P. Vuojala, O. Ozer-Kemppainen (a cura di), Arkkitehtuurin Historia ja NykyaikaOulun yliopiston arkkitehtuurin osasto, Oulu, 2010
  9. Germania Anno Zero. Tra ricostruzione postbellica e riunificazione della Nazione, in S. Casiello (a cura di),I ruderi e la guerra. Memoria, ricostruzioni, restauri, Nardini, 2011
  10. Pretelli, voce Massimiliano Ongaro in Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Dizionario biografico dei Soprintendenti Architetti. BUP, Bologna, 2012
  11. Pretelli, A. Ugolini, I calcestruzzi di Urbino, in Il Calcestruzzo per l’edilizia del nuovo millennio. Progetto e tecnologia per il costruito, Atti del Convegno, Termoli 25-26 ottobre 2012, AGR Editrice, 2012
  12. Pretelli, A. Ugolini, K. Fabbri, “Historic plants as monuments”. Preserving, rethinking and re-using historical plants, Journal of Cultural Heritage, 2013